COME IL JACK DANIEL’S È DIVENTATO UN SIMBOLO DEL ROCK

Basta solo nominare il nome del famoso Whiskey americano per accostarlo subito al mondo della musica, in special modo al genere Rock.

Sicuramente il merito si deve anche agli innumerevoli scatti iconici, che vedono le figure più maestose negli annali della musica immortalati accanto alla celeberrima bottiglia dall’etichetta nera.

Ma come ha fatto una piccola azienda da 200.000 unità all’anno ad arrivare, nel 2013, a venderne ben 11 milioni?

Il merito sembra essere tutto di Frank Sinatra il quale nel 1947 lo assaggiò per la prima volta in un piccolo bar. Il cantante se ne innamorò a tal punto da definirlo “nettare degli dei”. Da allora le più grandi Rock Band della storia hanno scelto Jack Daniel’s come loro drink di punta.

Ovviamente, a rendere Jack Daniel’s un simbolo del Rock, hanno contributi anche le testimonianze delle più grandi icone del genere.

Tra tutte spicca una lettera che Bruce Springsteen scrisse all’azienda, raccontando di quella volta in cui aveva gustato del buon Whiskey proprio insieme a Frank Sinatra.

Gli apprezzamenti delle star nei confronti del brand contribuirono a far fioccare le vendite. Ammettiamolo, quanti di noi lo hanno assaggiato o hanno iniziato a berlo spinti dalla curiosità dopo averlo visto sorseggiare dal nostro beniamino?

Ancora oggi Jack Daniel’s riesce a mantenere il suo allure ed il suo fortissimo simbolismo. La sua etichetta evocativa è diventata, in alcuni casi, un’affascinante finitura per strumenti musicali, abbigliamento e complementi d’arredo a tema.

E se siete degli amanti dei cocktail a base di Jack Daniel’s, non potete farvi sfuggire il bicchiere Skull Drinking.

Questo elemento è stato inserito in Blog. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *