LIVE LIKE A GROUPIE: BEBE BUELL

Vi dice niente il nome Bebe Buell? Dopo aver letto la sua storia sicuramente non vi scorderete più di lei.

COME TUTTO EBBE INIZIO

Beverle Lorence Buell nasce il 14 luglio 1953 a Portsmouth, nello Stato della Virginia.

La madre è una modella e il padre un colonnello dei marines.

Il suo soprannome, Bebe, le viene attribuito in ospedale. Alla sua nascita il padre è lontano da casa e la madre decide di attendere il suo ritorno per scegliere il nome della piccola per cui, fino a quel momento, viene chiamata “baby buell”.

Bebe si infatua della musica e della cultura rock durante l’ascesa del movimento nei primi anni ’60. Cresce ammirando musicisti come Elvis Presley, i Beatles e i Rolling Stones.

Sogna di diventare una musicista, ma la madre ha altri progetti per lei. Infatti dopo il diploma, a 17 anni, firma il suo primo contratto come modella e si trasferisce a New York.

LA VITA DA GROUPIE

A New York la giovane Bebe ha modo di frequentare numerosi concerti e di conoscere parecchi musicisti. In quegli anni avvia una relazione con Todd Rundgren, che durerà per qualche anno.

Nel 1974 chiude i rapporti con l’agenzia di moda per cui lavora. Il motivo? Appare sulla copertina di Playboy e diventa Playmate del mese.

Nel 1976 Bebe e Todd attraversano un periodo di crisi. In quel periodo Bebe ha una relazione con Steven Tyler e, da questa, il 1 luglio 1977 nasce la figlia Liv Tyler. A causa dei problemi di abuso di alcool e droga del cantante degli Aerosmith, verrà nascosta la sua identità alla figlia fino all’età di circa 9 anni.

Nello stesso decennio Bebe frequenta altri musicisti famosi dell’epoca, come Iggy Pop, David Bowie, Jimmy Page e Elvis Costello.

All’inizio degli anni ’80 decide di accantonare la carriera da modella e di dedicarsi alla sua più grande passione, la musica. Nel 1981 pubblica un EP con il suo primo gruppo, i B-Sides.

Successivamente fonda un altra band, The Gargoyles. Alcune tra le più importanti case discografiche iniziano a mostrare interesse per il gruppo ma, una volta diventata pubblica la relazione avuta con Steven Tyler, Bebe fatica ad ottenere dei contratti discografici.

OLTRE LA GROUPIE

Nei primi anni ’90 Bebe decide di prendersi una pausa dalla musica e si impegna come manager per lanciare la carriera da modella della figlia.

Nel 1992 sposa l’attore e musicista Coyote Shivers, da cui divorzia nel 1999 e nel 2002 convola a seconde nozze con Jim Wallerstein.

All’inizio degli anni 2000 decide di riprendere in mano la sua carriera musicale, registrando e pubblicando alcuni album, come “Free to Rock” e “Retrosexual”.

Nel 2001 pubblica l’autobiografia “Rebel Heart: An American Rock ‘N’ Roll Journey”, in cui ripercorre le sue esperienze di lavoro nell’industria musicale americana negli anni ’70 e ’80.

Nonostante lo stile di vita e le relazioni intraprese nella sua giovinezza, Bebe Buell ha sempre rifiutato l’appellativo groupie:

“Non credo di essere l’unica ragazza che non è una groupie che è stata chiamata groupie. Le persone belle e talentuose tendono ad innamorarsi l’una dell’altra. Non so perché sia ​​così insolito.”

 

Questo elemento è stato inserito in Blog. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.