LIVE LIKE A GROUPIE: NANCY SPUNGEN

Nancy Spungen è diventata famosa soprattutto per la sua tormentata relazione con Sid Vicious. Scopriamo qualcosa in più su di lei.

COME TUTTO EBBE INIZIO

Nancy Laura Spungen nasce il 27 febbraio 1958 a Filadelfia da genitori appartenenti alla classe media ebrea.

Fin dall’infanzia mostra un carattere irrequieto e iperattivo ma, allo stesso tempo, ha una mente brillante. Infatti, all’età di cinque anni, un test del Q.I. dichiara che possiede un’intelligenza superiore alla media dei suoi coetanei.

A causa di un tentativo di suicidio lo psichiatra, all’età di quindici anni, le diagnostica la schizofrenia.

Nonostante tutto riesce a conseguire il diploma ed inizia a frequentare l’Università del Colorado, che abbandona all’età di diciassette anni per trasferirsi a New York.

LA VITA DA GROUPIE

Una volta giunta a New York, Nancy inizia a guadagnarsi da vivere lavorando come spogliarellista e prostituendosi.

La fotografa Eileen Polk descrive così quel periodo:

“Era onesta anche sull’essere una prostituta […]. Per essere una groupie dovevi essere alta e magra e avere vestiti alla moda. C’erano un sacco di ragazze così sulla scena. E poi arriva Nancy […]. Aveva i capelli color topo ed era un po’ sovrappeso. In pratica ha detto: ‘Sì, sono una prostituta e non mi interessa’ ”

All’epoca Nancy aveva già iniziato a fare uso di droghe e ad avere rapporti con alcuni musicisti tra cui Aerosmith, Ramones e New York Dolls.

Nel 1976, molto probabilmente per seguire Jerry Nolan (batterista dei New York Dolls), si reca a Londra e lì conosce i Sex Pistols.

Inizialmente le sue attenzioni si incentrano su Jonnny Rotten, che non la ricambia e che le presenta il suo compagno di band, Sid Vicious. In breve tempo i due diventano una coppia inseparabile.

Quando i Sex Pistols si sciolgono, la coppia si trasferisce a New York al Chelsea Hotel, albergo divenuto famoso per aver ospitato numerosi artisti tra cui Bob Dylan, Janis Joplin e Patti Smith.

Ed è proprio nell’appartamento 100 del Chelsea Hotel che Nancy, il 12 ottobre 1978, viene trovata senza vita per un colpo mortale da taglio all’addome. Viene incolpato per la sua morte il compagno Sid Vicious ma, sul tragico evento, aleggia ancora oggi un alone di mistero. Purtroppo il caso venne archiviato senza proseguire le indagini dopo la morte per overdose del bassista il 2 febbraio 1979.

OLTRE LA GROUPIE

Sebbene Nancy Spungen faccia ormai parte della storia del punk, in vita non ottenne mai l’accettazione che bramava. Era troppo estrema anche per un movimento incentrato sull’estremità. Veniva emarginata e soprannominata “Nauseating Nancy” alle sue spalle.

Il giornalista e co-fondatore della rivista Punk, Legs McNeil, la ricorda con queste parole:

“Nancy aveva una di quelle passioni per il rock and roll che pochissime persone hanno. Sapeva tutto di ogni album. Le groupie a quei tempi erano diverse. Facevano parte della scena”

 

Questo elemento è stato inserito in Blog. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *