MUSIC IN FASHION: ELVIS PRESLEY

Non si può non parlare di musica e di stile senza nominare The King, ovvero Elvis Presley.

BIOGRAFIA

Elvis nacque l’8 gennaio 1935 a Tupelu, Missisipi, da Vernon Presley e Gladys Smith. Doveva avere anche una sorella gemella, Jessie, che morì a poche ore dal parto e il cui lutto portò la madre a sviluppare un legame indissolubile e morboso con il figlio rimasto.

Crebbe in una situazione economica precaria, che portò la famiglia a trasferirsi a Memphis in Tennesse e a far iniziare al giovane Elvis il lavoro di camionista. Proprio in uno dei suoi giri di lavoro notò un piccolo studio di registrazione, dove si poteva incidere un disco pagandolo un dollaro: si trattava del Sun Studio.

L’intento di Elvis era quello di registrare un brano da regalare alla madre per il suo compleanno e non poteva immaginare che il proprietario dello studio, Sam Phillips, ascoltandolo potesse rimanerne colpito in tal modo. Era il 5 luglio 1954 ed era appena nato il rock and roll.

In pochi giorni divenne uno degli artisti più promettenti d’America e la Sun Records, non avendo i mezzi finanziari necessari per gestire l’enorme successo di Elvis, ne vendette il contratto alla Rca e affidarono il talento del cantante a Thomas Andrew Parker, detto “Il Collonello”, che ne divenne il manager per tutta la durata della sua carriera.

Il 14 agosto 1958 Gladys Presley morì per un attacco cardiaco. Per Elvis fu un dispiacere inimmaginabile e poco dopo, il 22 settembre dello stesso anno, l’artista si dovette imbarcare sulla portaerei USS Randall destinata a Bremerhaven, in Germania, per prestare servizio militare.

Tornato in patria Elvis cominciò ad orientarsi sempre più verso il cinema, diventando una presenza fissa del grande schermo, tanto che andarono a scemare le sue apparizioni in pubblico intrappolandolo in un ruolo a cui non si sentiva di appartenere.

Il 1 maggio 1967 l’artista sposò Priscilla Beaulieu, conosciuta durante il servizio militare in Germania e il 1 febbraio dell’anno successivo nacque la sua unica figlia, Lisa Marie.

Nel 1968 grazie allo spettacolo “Elvis ’68: Comeback Special” la carriera dell’artista volò alta come non mai, con un susseguirsi di concerti dal vivo.

Sebbene la carriera proseguisse a gonfie vele, non si poteva dire lo stesso della vita privata di Elvis.

Il 23 febbraio del 1972 si separò dalla moglie e la sua salute psico-fisica iniziò a deteriorarsi progressivamente, portandolo a vivere come un recluso. Il succedersi frenetico dei concerti, unitamente a un fisico fuori forma e a una crescente depressione, portarono Elvis a fare un uso smodato di farmaci e, un’alimentazione disordinata, lo portò ad ingrassare notevolmente.

Il 16 agosto 1977 Elvis Presley venne trovato morto sul pavimento del bagno da Ginger Alden, la sua nuova compagna. Causa del decesso: attacco cardiaco.

Il corpo fu inumato al Forest Hill Cemetery accanto a quello della madre Galdys ma, a causa di un tentativo di furto della salma avvenuto verso la fine di agosto, il 2 ottobre successivo fu trasferito al Meditation Garden di Graceland, dove riposa tuttora.

STILE

Già nell’adolescenza l’artista si caratterizzava per il suo look. Mentre gli altri ragazzi della sua età usavano portare acconciature sobrie, ispirate ai dettami militari, lui si distingueva per i suoi capelli col ciuffo, le basette pronunciate e i vestiti dai colori sgargianti.

Anche se indubbiamente la Black leather jumpsuit e l’American eagle jumpsuite divennero degli outfit iconici, furono gli abiti portati nella quotidianità, un mix tra rockabilly e country, a fare di Elvis Presley un’icona di stile.

Nel suo armadio non potevano mancare la giacca di pelle; le camice, che erano indubbiamente uno dei suoi capi preferiti (dobbiamo ringraziare Elvis se la camicia hawaiana è diventata un classico dello stile urban) e il foulard di seta, da indossare in sostituzione alla cravatta.

Potrebbe interessarti anche ROCK LOOK STORIES: LO STILE ROCKABILLY

 

 

 

Questo elemento è stato inserito in Blog. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.