MYSTERY IN MUSIC: FLEETWOOD MAC

I Fleetwood Mac sono un gruppo rock anglo-statunitense che raggiunse il successo a livello mondiale verso la fine degli anni ’70.

LE ORIGINI

I Fleetwood Mac si formano in Inghilterra nella seconda metà degli anni ’60.

I fondatori del gruppo sono il batterista Mick Fleetwood, il bassista John McVie e i chitarristi Peter Green e Jeremy Spencer.

La band, con vari cambi di formazione, pubblica ben nove album senza riscontrare l’agognato successo commerciale. Solo nel 1975, con l’ingresso della cantante Stevie Nicks e del chitarrista Lindsey Buckingham, comincia ad arrivare la prima popolarità.

L’album che li consacra a livello mondiale è Rumours, pubblicato nel 1977, che vende oltre quaranta milioni di copie in tutto il mondo.

LA LEGGENDA PRENDE VITA

Come dicevamo, la band ha visto numerosi cambi di formazione, in special modo tra i chitarristi.

Il primo a lasciare il gruppo è proprio uno dei fondatori, Peter Green. La principale causa dell’allontanamento è sicuramente dovuta all’incontrollabile assunzione da parte del chitarrista di LSD, che lo porta negli anni ad accusare problemi psichici, tanto da venire ricoverato nel 1977 per problematiche collegate alla schizofrenia. Green, considerato il Syd Barrett dei Fleetwood Mac, è morto il 25 luglio 2020.

Tra i successori di Green troviamo Danny Kirwan, che si è ritirato dalle scene nel 1979 per problemi psichici e che è passato a miglior vita l’8 giugno 2018 e Bob Welch, morto suicida nel 2012.

Anche il co-fondatore Jeremy Spencer decide nel 1971 di lasciare la band. Il chitarrista era un gran consumatore di mescalina e, l’anno in cui lascia il gruppo, entra a far parte della setta religiosa conosciuta con il nome Children of God. Dopo alcuni anni lontano dalle scene, ha ripreso l’attività musicale ed è ancora in attività.

Lindsey Buckingham lascia il gruppo una prima volta nel 1987 e ne rientra a far parte nel 1997. Nel 2018 lascia nuovamente la band, pare perché sia stato licenziato. Il chitarrista ha quindi intentato causa ai Fleetwood Mac per violazione di dovere fiduciario, violazione del contratto orale e interferenza intenzionale con un potenziale vantaggio economico. Alla fine le parti sono giunte ad un accordo, di cui non sono mai stati resi pubblici i termini.

UNA FINE NEL MISTERO

I Fleetwood Mac hanno, in totale, cambiato ben quindici formazioni nel corso degli anni e sono a tutt’oggi in attività.

Dei membri originali rimangono solo Mick Fleetwood e John McVie.

Le vicissitudini che hanno portato i vari musicisti ad entrare e uscire dalla band, hanno dato vita al vociferare di una maledizione legata ai chitarristi del gruppo.

Nonostante le sventure i Fleetwood Mac hanno ricevuto diversi riconoscimenti nel corso della loro carriera, tra cui il “MusiCares Person of the Year” ai Grammy del 2018 e, nel 1998, sono stati ammessi nella prestigiosa Rock and Roll Hall of Fame.

 

 

Questo elemento è stato inserito in Blog. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.